quello che per me è “Abuso di potere”

Ieri l’altro, 22 febbraio 2016 è stato un gran giorno per me “Fruzzico Primo” e per il mio Amico Isaac.

Infatti siamo stati alla questura di Roma ( quella del quartiere  Garbatella) ed ho compilato la dichiarazione di  l’ospitalità per il mio Amico che vivrà con me almeno fino a quando non  avrà trovato una soluzione migliore.

Ovviamente sono molto contento di questo, quando all’inizio ho pensato al “progetto amici di Fruzzico” immaginavo di dare ospitalità solo ai così detti “profughi a 4 zampe”….. i gatti insomma…… per i “profughi a 2 zampe” mi immaginavo che avrei dato solo supporto e un po’ di lavoro con i buoni lavoro….

e invece inaspettatamente si è aggiunta questa nuova possibilità…

Sono certo che sarà una bella esperienza che servirà a tutti e due

Ora mi immagino qualcuno si chieda che centra questa bella “novità” col titolo di questo articolo, appunto Abuso di potere

C’ entra molto purtroppo, tutto ieri l’altro e questa mattina sono stato “rimbalzato” fra varie questure di Roma per regolarizzare il mio amico, fino ad approdare questa mattina alla questura di Tor Cervara, all’UFFICIO IMMIGRAZIONE.

Bruttissima esperienza.

Vedere così tante persone in cerca di aiuto non può lasciare indifferenti… almeno per me funziona così.

Devo subito precisare che ho trovato tanti militari a presidiare il posto, che  con la dovuta fermezza, fanno attenzione perché non si creino situazioni di tensione e pericolo.

Con tante persone così, tutte provate e in evidente difficoltà è necessario tenere sotto controllo l’ordine.

E questi militari sanno fare il loro lavoro, almeno per quello che ho visto io.

Con me sono pure stati gentilissimi. Davvero tanto.

E allora sto abuso di potere dove sta ?  ….si chiederà qualcuno immagino.

Risposta:

Sta in alcuni impiegati che dovrebbero fare solo le pratiche per regolarizzare queste persone.

Per la precisione mi riferisco ad UN impiegato, quello che si è occupato di me e Isaac.

mi sono reso conto subito di che tipo di persona si trattava…. bastava vedere come respingeva dietro una barriera le Persone che erano in attesa….

Quando facevo il pastore di pecore (dal 1986 al 1991 fra le altre cose ho fatto anche questo… 🙂  ) avevo più garbo con gli animali…

praticamente, questo impiegato, pagato anche con le mie tasse, mi ha mandato via senza neanche farmi parlare.

Una giovane Avvocato che era lì ad accompagnare delle persone mi ha consigliato di lasciare perdere, perché tanto lì comandano loro. Sanno che per un timbro non messo o altre banalità di questo tipo possono fare molto del male…

Non aggiungo altro… anche perché è un po’ tardino, sono le 04.41…. se domani dormo a lavoro la mia Capa giustamente mi farà un cazziatone !!!  Ed avrebbe pure ragione.

Finisco solo dicendo due cose:

  1. questo per me è abuso di potere
  2. ovviamente non auguro del male a questa persona…malattie o altro… ci mancherebbe… ma che non gli si rizzi più il pistolino almeno per un paio di anni si !!!!  o che almeno trovi l’illuminazione per pensare intensamente che sarebbe potuto esserci lui dall’altra parte della barriera……

lui è stato solo più fortunato di queste persone, non è certo per merito suo.

Il mio amico Idrissu

Ieri, 14 febbraio 2016 il mio Amico Idrissu mi ha fatto un regalo 🙂

è venuto a trovarmi a casa di Firenze e mi ha dato una mano a sistemare un po’ di cose.

Sono molto contento perché da quando ci sono state delle “incomprensioni” con la direzione del centro dove è accolto…( tal “Locanda Scopeti” di Tavarnuzze) non avevamo più avuto modo di lavorare insieme.

Voglio precisare che, come si può constatare dal numero dei “profughi” con i quali collaboro e che giorno dopo giorno aumenta, persone alle quali posso far vedere come fare dei lavoretti col legno assolutamente non mi mancano…

Quello che mi manca è soprattutto il tempo da dedicare a questa iniziativa. Solo la sera e nei w-e…. Però un po’ di cose riesco a farle comunque..

Tornando a Idrissu e alla sua visita.

Ieri dicevo abbiamo ricominciato a lavorare insieme… Sono certo che presto Tavarnuzze (il paesino vicino Firenze dove entrambi abitiamo) avrà un nuovo artigiano falegname.

Qua sotto lo potete vedere mentre stavamo costruendo il tavolo a Parma il gennaio scorso.

 

20160103_170845

 

 

20160103_140530