come nasce questa iniziativa

Ciao a tutti !

benvenuti in AMICI DI FRUZZICO  !

Mi presento, sono  Massimo Tiezzi,

oggi, 16 Dicembre 2015, compio 53 anni e come regalo di compleanno ho deciso di farmi due cose:

  1. prima cosa domattina andrò a donare il sangue….
  2. inizio a aggiornare questo sito inserendo i contenuti che spiegano il perché di questa iniziativa.

Per il primo punto c’è poco da dire, di sangue si sa, ce ne è molto bisogno e quindi sono contento di poterne dare qualche goccia..

Sul punto due invece ho molto da dire…

Comincio per gradi e poi via via aggiungerò altri contenuti.

Tutto per me è cominciato tanti anni fa…. esattamente 30.

Era il 1985 quando ho conosciuto una persona che mi ha rivoluzionato la prospettiva di Vita. Ma di questo non voglio parlare adesso.

Altrimenti il discorso si fa davvero lungo. Arrivo subito allo scopo del sito.

Ho deciso di dare una mano a profughi a 4 e 2 zampe….

Per il momento si tratta di Gatti, e Umani.  (vedi nota 1)

Per quanto riguarda i primi l’idea mi è venuta perché da qualche mese gironzolano intorno casa mia di Firenze diversi “profughi” in cerca di “supporto” ….. pappa soprattutto.

Questo ramo dell’iniziativa è dedicato alla mia Carissima Amica Roberta, che ci ha lasciato di recente e ho un bel progetto in testa in sua memoria.

Per i secondi (i profughi a 2 zampe..) ,    ne ho conosciuti diversi, e come vediamo nei telegiornali, e con la situazione mondiale attuale, è probabile che ne vedremo sempre di più….

Credo che sia naturale per una persona che “per caso” si  è  trovata a nascere e vivere  in un paese dove ci sono guerre , sconvolgimenti vari e povertà , cercare di sopravvivere in qualsiasi modo.

Sicuramente se anche io fossi nato in una condizione simile cercherei di salvarmi la pelle. Sono stato più fortunato. Non certo per  un merito mio.

Quindi…..  “pensando intensamente”  ho trovato un modo, legale, per dargli una mano.

Ve lo spiegherò nel prossimo articolo.

Ed ora vi presento i primi due profughi amici miei:

Nerone (4 zampe) e Idrissu (2 zampe)

IMG_20151202_151019

 

 

In questa prima “presentazione” voglio ringraziare chi mi ha dato una mano a realizzare questo sito:

Il mio amico Stefano e il mio Amico e collega Pietro. Grazie Grazie !!!  (vedi nota 2)

Massimo

Napoli, 23 marzo 2016

Questa notte ho modificato leggermente l’home page del sito aggiungendo “tre parole” dopo la frase:

ospitalità e supporto a profughi a 4 e 2 zampe

era necessario farlo perché ultimamente mi sto occupando anche di Amici che profughi non sono.

Si tratta di persone che necessitano di una “zampa”….(una mano insomma…) e io ci voglio provare a dargliela…. che si tratti di rom, italiani in difficoltà o profughi … non cambia niente…è la stessa cosa… qua via via vi racconto cosa faccio e cosa può fare chiunque…io mica sono più bravo di altri….assolutamente no.

Ho avuto un idea ed utilizzo questo “strumento” appunto il mio sito, per dire a tutti cosa si può fare di concreto.

  Fatti non parole.

come diceva un vecchio spot pubblicitario.


entriamo un po’ più sul concreto………….

 l’acqua calda                                

27 dicembre 2015


Sono passati diversi giorni da quando ho inaugurato questa “mia vetrina” ed ancora non ho spiegato un po’ più dettagliatamente quello che ho in mente e faccio….

In realtà a qualcuno lo ho già spiegato…. a voce;

ed è rimasto anche sorpreso della semplicità della cosa.

Possiamo dire che “Ho scoperto l’acqua calda !!!”    🙂

Innanzi tutto voglio precisare una cosa importantissima:

QUA NON SI CERCANO SOLDI !!!

Non voglio sovvenzioni, offerte o quant’altro….  (vedi nota 3)

Credo che sulla pelle di questi fratelli sfortunati e disperati ci stiano già mangiando tante persone e strutture.

Queste persone cercano lavoro.

Il lavoro è dignità. E’ importante……. almeno per me lo è molto….

E  io sono così “pazzo” che in un momento che il lavoro manca….ho deciso che, nonostante campi col mio stipendio, e che non è che sia così “benestante”,  ho deciso di dare un po’, almeno un pochino,di lavoro a queste persone.  Poche ore ovvio. Ma per queste persone vedo che sono importanti comunque.

Gli danno speranza

La cosa è molto semplice.

E la possono fare tutti.

Presupposto è che “il profugo” o “il disperato” in cerca di lavoro non sia un clandestino e sia regolarmente in possesso di un CODICE FISCALE.

Normalmente ho visto che tutte queste persone lo hanno.

Quindi io “datore di lavoro” assumo per il tempo necessario al lavoro che devo fare questa Persona “lavoratore” acquistando i VOUCER presso le nostre tabaccherie.

Al momento dell’acquisto do il mio codice fiscale al tabaccaio che prepara i VOUCER.

Questi possono essere di vari tagli, se non erro si parte da 10 euro e poi via via ad aumentare con multipli di 10.

Io normalmente ne acquisto una decina del valore di 10 euro ciascuno.

Dei 10 euro 7,50 saranno per il lavoratore il rimanente 2,50 euro sono per INAIL e INPS.

Come avevo detto nel primo articolo, questo modo di operare è LEGALE.

Non si favorisce i clandestini, ma si aiuta persone che cercano lavoro, regolare che regolarmente pagano contributi e tasse allo stato italiano.

Tutto qua !  L’acqua calda dicevo.       🙂

Io personalmente ho tanti piccoli lavori che da solo non riesco a fare… sistemare il giardino, pulire la cantina. dare da mangiare a degli animali da cortile, ecc ecc..  le possibilità sono infinite… basta un po’ di volontà e dare un po’ di fiducia a chi è stato più sfortunato di me, e la vita lo ha messo di fronte a situazioni davvero difficili da superare.

Credo che questo possa essere un aiuto concreto che molti, volendo, possono fare.

Voglio concludere questo articoletto con un ritornello di una canzone di uno dei miei cantanti preferiti:

Lorenzo Cherubini Jovanotti:

IO PENSO POSITIVO PERCHE’ SON VIVO   !!!!  🙂

nota 1

Pompei, 3 agosto 2016

Su iniziativa del Segretario dell’associazione Pietro ci occupiamo anche di “cagni” …

per il momento solo fornendo “pappa” ai cagni affamati nel progetto denominato:

“il Ristorante di Annamaria”… ma è in programma di ampliare parecchio questo ramo di attività

no-profit

nota 2

Firenze, 28 luglio 2016

oramai da mesi  non sono più Vice Presidente dell’AsD Parola di Cane di cui Stefano è il segretario per cui ho modificato il testo dell’articolo.

La frase originale era:

Il mio Amico e segretario Stefano e il mio Amico e collega Pietro. Grazie Grazie !!!

nota 3

Firenze, 29 giugno 2016

Oggi la mia iniziativa “personale” Amici di Fruzzico è diventata una Associazione con tutti i requisiti per richiedere il riconoscimento di ONLUS.

Ho deciso di fare questo passo perché mi sono reso conto che il progetto “funziona alla grande” e tanti Amici si stanno aggiungendo e cercano lavoro, ovviamente col mio solo stipendio personale l’aiuto che riesco a dare è limitato.

Ora che mi è più chiaro come “lavorare nel progetto” posso chiedere un aiuto materiale a chi vuole condividere questa iniziativa.